Nasce nel 1960 a Trieste, dove vive e lavora come fotografo indipendente. Uomo di confine, conscio di una umanità che non ha né possibilità sociale né storica per ribellarsi e dell’inutilità dei furori e delle retoriche.

Le sue prime fotografie sono pubblicate su il quotidiano berlinese Die Tagezeitung; in seguito esegue dei reportage nell’ex Jugoslavia.

La prima mostra importante è del 1988: “La Città Negata”, immagini di Trieste esposte a Belgrado e Milano; è del 1994 “La Pace Mai Promessa”, con immagini di Sarajevo esposte a Rosario e Buenos Aires, Argentina.

Nel 1995 espone “Cercando Kiki”, una mostra sulla condizione femminile, a cui seguono le mostre “Cronometropoli”, “La Biblioteca di Sarajevo” e, fra le ultime, “Le Porte Aperte” del 2012, sul Parco riqualificato dell’ex Ospedale Psichiatrico di Trieste.

Diverse sono le mostre collettive nazionali tra le quali: nel 1995 “Volontari Volontariato” e nel 1996 “Fotoreporter Italiani nell’ex Jugoslavia”.

A queste si accompagnano altri importanti lavori, dal fotogiornalismo alla fotografia industriale, dal fare fotografia di teatro alla fotografia d’impegno sociale, come le immagini della Campagna sulla “Prevenzione al Suicidio” e “Mai più Soli”.

Da diversi anni mantiene la collaborazione con il quadrimestrale Galatea.

LINK

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt
0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca